it.detiradugi.com
Articoli Su Fitness E Il Corpo Umano


Mancanza di vitamina E - sintomi, cause, fonti e suggerimenti

Solubile nel grasso, la vitamina E è un nutriente importante per il corpo umano, poiché ha azione antiossidante, proteggendo contro i radicali liberi che possono causare danni alle cellule, agli organi e ai tessuti del corpo.

Rafforza anche il sistema immunitario contro virus e batteri, è importante per la formazione dei globuli rossi - noti anche come globuli rossi - e aiuta ad allargare i vasi sanguigni, prevenendo la coagulazione al loro interno. Le cellule usano la vitamina E per interagire l'una con l'altra, che è necessaria per eseguire diverse importanti funzioni.

Il nutriente aiuta ancora il corpo ad usare la vitamina K, che agisce sulla coagulazione del sangue, migliora la salute delle ossa e può contribuire alla salute dei vasi sanguigni.

Mancanza di vitamina E

La causa principale della mancanza di vitamina E è l'assenza di quantità adeguate di nutrienti nel corpo. Disturbi del fegato o della cistifellea, pancreatite, fibrosi cistica e altre condizioni che compromettono l'assorbimento dei grassi possono anche compromettere l'assorbimento dei nutrienti e aumentare il rischio di sviluppare carenza di vitamina E.

Questo perché la vitamina E è liposolubile, il che significa che ha bisogno di grasso per essere assorbito. Quindi una dieta povera di grassi è un'altra causa della mancanza di vitamina E nel corpo.

I neonati e i neonati pretermine sono a maggior rischio di avere carenza di vitamina E. Tuttavia, le probabilità diminuiscono col passare del tempo poiché il latte materno trasferisce una quantità sufficiente di nutrienti ai bambini.

Inoltre, le persone che vivono nei paesi in via di sviluppo hanno maggiori probabilità di soffrire di carenza di vitamina E rispetto alla popolazione dei paesi sviluppati.

Controlla sotto una lista che mostra quanto di vitamina E ogni persona, in base alla sua fascia d'età, dovrebbe ingerire ogni giorno:

  • Da zero a sei mesi: 4 mg / giorno;
  • Da 7 a 12 mesi: 5 mg / giorno;
  • Da uno a tre anni: 5 mg / giorno;
  • Da quattro a otto anni: 7 mg / giorno;
  • Da 9 a 13 anni: 11 mg / giorno;
  • Da 14 anni: 15 mg / giorno;
  • Adolescenti e donne in gravidanza: 15 mg / giorno;
  • Adolescenti e donne che allattano al seno i loro bambini: 19 mg / giorno.

Mentre l'eccesso di nutrienti può aumentare il rischio di malformazioni congenite nei bambini, sanguinamento nel cervello e aumentare le probabilità di cancro alla prostata, la carenza di vitamina E può essere responsabile di una condizione chiamata anemia emolitica, che è caratterizzata dalla mancanza di quantità sufficiente di globuli rossi nel corpo.

La malattia ha sintomi come cattivo umore, debolezza, affaticamento più frequente del normale, mal di testa, problemi di concentrazione o di ragionamento, colore blu nel bianco degli occhi, fragilità nelle unghie, leggero capogiro durante il sollevamento, pelle pallida, mancanza di lingua dolente e irritata.

La mancanza di vitamina E porta anche complicazioni come difficoltà nel rimanere incinta e infertilità.

Sintomi di mancanza di vitamina E nel corpo

Quando una persona soffre di carenza di vitamina E, hanno i seguenti sintomi:

  • Perdita di equilibrio;
  • Perdita di riflessi;
  • Mancanza di coordinamento;
  • Difficoltà a camminare;
  • Disturbi gastrointestinali;
  • Capelli secchi;
  • Perdita di capelli;
  • Limitazione sulla guarigione dei tessuti;
  • Crampi alle gambe;
  • Retinopatia della prematurità, malattia dell'occhio osservata nei neonati prematuri, che è una delle principali cause della cecità infantile;
  • Perdita di peso e crescita ritardata nei neonati;
  • Problemi di sviluppo fisico e mentale nei neonati;
  • Malattia epatica cronica che causa deficit neurologici nei bambini;
  • Grave perdita di coordinazione dei movimenti muscolari con perdita dei riflessi tendinei profondi nei bambini;
  • Atassia (perdita di controllo muscolare nei movimenti volontari) del tronco e degli arti nei bambini;
  • Paralisi di muscoli extraoculari responsabili di movimenti oculari nei bambini;
  • Debolezza muscolare nei bambini;
  • Caduta della palpebra superiore nei bambini;
  • La disartria - disturbo dell'articolazione del linguaggio - nei bambini;
  • Crescita lenta nei bambini;
  • Problemi neurologici negli adulti;
  • Fragilità dei globuli rossi negli adulti;
  • Macchie di età negli adulti;
  • Cataratta negli adulti;
  • Diminuzione della libido negli adulti;
  • Anomalie nelle funzioni del cervello, dei muscoli, del fegato e del midollo osseo negli adulti.

Il modo migliore per diagnosticare la tua mancanza di vitamina E consiste nel fare visite regolari al medico, in particolare per neonati, bambini, anziani e donne incinte, e dire sempre loro eventuali sintomi di carenza di vitamina E che stai vivendo.

Ciò è particolarmente importante a causa del fatto che alcuni dei suddetti sintomi sono condizioni che non possono essere identificate dal paziente da solo, come ad esempio la fragilità dei globuli rossi e le malattie del fegato.

Come sostituire la mancanza di vitamina E?

Un modo per ripristinare la carenza di vitamina E è aggiungere alimenti che sono fonte di nutrienti nei pasti. Nell'elenco seguente, puoi controllare alcuni di questi alimenti:

  • Olio di germe di grano;
  • Olio di girasole;
  • Olio di cartamo;
  • Olio di mais;
  • Olio di soia;
  • Almond;
  • arachidi;
  • Nocciola;
  • Semi di girasole;
  • spinaci;
  • broccoli;
  • Burro di arachidi;
  • Kiwi;
  • manicotto;
  • pomodori;
  • Salsa di pomodoro;
  • avocado;
  • asparagi;
  • Pecan;
  • Albicocca secca;
  • Amora.

Un altro modo per sostituire la carenza di vitamina E consiste nell'utilizzare integratori alimentari che contengono i nutrienti. Tuttavia, dovresti iniziare a usare l'integratore solo dopo che il tuo dottore ha diagnosticato il tuo problema e ha indicato il prodotto più appropriato per te.

Perché, come abbiamo visto sopra, troppa vitamina E nel corpo può anche causare problemi di salute.

Mantenere i nutrienti del cibo durante la cottura

Per sfruttare la vitamina E e gli altri nutrienti disponibili negli alimenti che si consumano, è importante prestare attenzione a come sono preparati in quanto ciò può causare la perdita di questi nutrienti.

E le tattiche per evitare che ciò accada sono: fumante, non affettare troppo, cucinare con la buccia, non cuocere a lungo, usare poca acqua, preparare tutto a fuoco vivo, non conservare cibo a lungo nel frigorifero e riutilizzare l'acqua utilizzata nella cucina per preparare un altro alimento, perché quest'acqua può trattenere i nutrienti che, invece di essere persi, saranno riutilizzati in un altro piatto.


Mancanza di vitamina C - sintomi, cause, fonti e suggerimenti

Mancanza di vitamina C - sintomi, cause, fonti e suggerimenti

Le vitamine sono gruppi di sostanze necessarie per mantenere il corpo sano. La vitamina C non è prodotta dal corpo umano, ma è una componente essenziale della dieta. È necessario per una sostanza chiamata collagene, necessaria per la salute e la riparazione di vari tessuti del corpo come pelle, ossa, cartilagine, legamenti e tendini, pareti dei vasi sanguigni e dei denti. L

(integratori)

Mancanza di magnesio - sintomi, cause, fonti e suggerimenti

Mancanza di magnesio - sintomi, cause, fonti e suggerimenti

Molti non lo sanno, ma il magnesio è un minerale molto importante per il nostro corpo. È la stanza minerale più abbondante del corpo ed è la chiave per la salute umana. Ciò è dovuto al fatto che è coinvolto in più di 300 processi metabolici nel nostro corpo. Tra questi, nel trasporto adeguato di calcio attraverso le membrane cellulari. È rich

(integratori)