it.detiradugi.com
Articoli Su Fitness E Il Corpo Umano


Phenylalanine significa? A cosa serve?

Il nome fenilalanina può sembrare familiare se hai già guardato l'etichetta per qualsiasi prodotto che lo contiene. Dato che c'è un avvertimento sulla loro presenza nel cibo, alcune persone trovano che la fenilalanina fa male. Ma è vero? Cos'è veramente la fenilalanina e a cosa serve?

Cos'è la fenilalanina?

La fenilalanina è un amminoacido, uno degli elementi costitutivi che costituiscono le proteine. Ha tre forme: L-fenilalanina, che è un amminoacido essenziale ed è l'unica forma di fenilalanina presente nelle proteine; D-fenilalanina, una forma di fenilalanina prodotta in laboratorio, che non è un amminoacido essenziale e il cui effetto sul corpo non è stato ancora definito; e DL-fenilalanina, una miscela dei due tipi sopra. Le principali fonti alimentari di fenilalanina sono carni, pesce, latte, formaggio e uova.

La fenilalanina è utilizzata per la depressione, disturbo da deficit di attenzione, morbo di Parkinson, dolore cronico, artrosi, artrite reumatoide, sintomi di astinenza da alcol e vitiligine.

Nel corpo, è usato per creare messaggeri chimici, ma non è chiaro come funzioni.

Cosa serve fenilalanina?

La fenilalanina è utilizzata per aiutare nel trattamento di alcune malattie e condizioni. Vediamone alcuni.

  • Vitiligine: Esistono prove che l'assunzione di L-fenilalanina per via orale o l'applicazione sulla pelle e l'esposizione al sole UVA possono essere un trattamento efficace della vitiligine negli adulti e nei bambini.
  • Depressione: uno studio clinico degli anni '80 indica che la fenilalanina può essere efficace contro la depressione, ma lo studio deve essere rifatto con i metodi attuali per dimostrarne l'efficacia.
  • Morbo di Parkinson: alcuni studi suggeriscono che la D-fenilalanina può aiutare a ridurre i sintomi della malattia di Parkinson, ma altre forme di fenilalanina, anche la DL-fenilalanina, non sembrano avere lo stesso effetto.
  • Altri usi: la supplementazione di fenilalanina è anche usata per carenza di fenilalanina, sintomi di astinenza da alcol e artrite, sebbene la sua efficacia in questi casi abbia ancora bisogno di ulteriori prove da confermare.

La fenilalanina fa male? Perché c'è un avviso sulle etichette?

Come precedentemente affermato, la fenilalanina è un amminoacido essenziale per il corpo e, pertanto, non causa danni in condizioni normali. Tuttavia, ci sono persone che soffrono di una condizione genetica chiamata fenilchetonuria, che impedisce al corpo di metabolizzare la fenilalanina. Nelle persone con questa condizione, la fenilalanina è dannosa perché può causare ritardo mentale, danni cerebrali, convulsioni, difficoltà di apprendimento, iperattività, tremori, problemi di pigmentazione della pelle e dei capelli.

Se non si dispone di fenilchetonuria, tuttavia, la fenilalanina è probabilmente un componente sicuro. E non devi preoccuparti se hai fenilchetonuria o meno, dal momento che è una delle condizioni testate ancora lì nel test del piede.

Sebbene la fenilchetonuria sia la condizione più grave che coinvolge la fenilalanina, questo amminoacido può anche causare altri problemi, come reazioni allergiche, che causano gonfiore alle mani e ai piedi, problemi di respirazione e prurito.

Inoltre, per le donne in gravidanza e in allattamento, la fenilalanina fa troppo male. La quantità trovata naturalmente nel cibo è probabilmente sicura, ma la fenilalanina non deve essere assunta in dosi medicinali in queste condizioni. Le persone con schizofrenia dovrebbero anche prestare attenzione alla quantità di fenilalanina ingerita, poiché potrebbe peggiorare alcuni sintomi.

Le persone che assumono farmaci per il morbo di Parkinson, la depressione e le condizioni mentali dovrebbero prestare molta attenzione all'assunzione di fenilalanina e, preferibilmente, chiedere al medico se esiste un rischio nell'interazione delle sostanze.

Fenilalanina in aspartame

Il dolcificante artificiale aspartame contiene fenilalanina in grandi quantità. Qualsiasi alimento contenente aspartame, comprese bibite e altre bevande dietetiche, chewing gum, losanghe, yogurt, gelati e dolcificanti artificiali, dovrebbe contenere sull'etichetta l'informazione che il prodotto contiene fenilalanina. Altri prodotti, come farmaci non controllati e prodotti per la cura personale, possono contenere anche fenilalanina.

Phenylalanine Slim?

La fenilalanina è anche un componente attivo nella maggior parte dei supplementi di perdita di peso. Ma la fenilalanina perde davvero peso? Come?

La fenilalanina svolge un ruolo importante nella perdita di peso. La L-fenilalanina promuove il rilascio di un ormone che dice al cervello che il mio stomaco è pieno, oltre all'invio del segnale stesso. Allo stesso tempo, agisce anche come un soppressore dell'appetito. In generale, la fenilalanina agisce come soppressore dell'appetito e stimola il metabolismo e i soppressori artificiali.

Quindi, la fenilalanina si riduce facendoti mangiare meno, aiutandoti a creare il deficit calorico necessario per la perdita di peso.

Come prendere

Gli unici studi che stabiliscono una dose di fenilalanina sono quelli che sono stati fatti nel trattamento della vitiligine, dove sono stati utilizzati da 50 a 100 milligrammi di fenilalanina in peso in chili del paziente. Per altri usi, non è stata stabilita una dose.

È bene ricordare che, tranne che nel caso dell'Alzheimer, la forma di fenilalanina utilizzata è la L-fenilalanina e pertanto l'ingestione della sostanza in altre forme potrebbe non avere lo stesso effetto.


Vitamina A Ingrasso?

Vitamina A Ingrasso?

Molte persone che stanno prendendo o pensando di prendere un integratore si chiedono se la vitamina A ingrassa, direttamente o indirettamente. È una vitamina essenziale per il nostro corpo e molte persone non la consumano correttamente per il cibo. La vitamina A è un nutriente importante sotto molti aspetti per il corretto funzionamento del corpo umano.

(integratori)

La polivitamina ingrassa o perde peso?

La polivitamina ingrassa o perde peso?

Le vitamine sono un gruppo di nutrienti essenziali per il corretto funzionamento del corpo umano: proteggono le nostre cellule dall'azione dei radicali liberi, assistono il sistema immunitario, agiscono sulla coagulazione del sangue, partecipano al processo di formazione dell'osso, proteggono il sistema riproduttiva, previene le malattie cardiovascolari e l'invecchiamento, dona energia, migliora la vista, compone le cellule del sangue, regola il sistema nervoso e circolatorio, contribuisce allo sviluppo del corpo e altro ancora

(integratori)