it.detiradugi.com
Articoli Su Fitness E Il Corpo Umano


I cattivi fagioli per la gastrite?

È difficile trovare un brasiliano che da bambino non abbia ricevuto dai genitori la raccomandazione di mangiare fagioli per rimanere forte. E non per meno - serve come fonte di un certo numero di nutrienti importanti per il funzionamento del nostro corpo.

Questo elenco include componenti come proteine, carboidrati complessi, fibre, magnesio, ferro, potassio, zinco, rame, manganese, fosforo e vitamina B9 (folato).

Il cibo è stato anche collegato ai benefici per la salute del cuore, all'equilibrio dei livelli di glucosio nel sangue, per ridurre i rischi di malattie croniche, regolarità intestinale e sazietà del corpo.

  • Vedi di più: 7 tipi di fagioli - Vantaggi, calorie e proprietà.

Ma è possibile che anche con tutti questi vantaggi i fagioli possano essere consumati liberamente da tutte le persone? Ad esempio, non è vero che i fagioli fanno male alla gastrite?

La gastrite

Prima di entrare effettivamente nella domanda se i fagioli sono nocivi per la gastrite o no, dobbiamo sapere meglio di cosa si tratta. in modo che possiamo capire correttamente la loro relazione con il cibo.

È una condizione caratterizzata da infiammazione, erosione o infezione del rivestimento dello stomaco. In uno scenario di gastrite, la mucosa che protegge la parete dello stomaco si indebolisce e i succhi digestivi prodotti dall'organo finiscono per provocare danni alla parete dello stomaco.

La malattia può essere causata da virus, parassiti, funghi, reflusso biliare nello stomaco, stress, assunzione di steroidi, consumo di cibi piccanti, uso di farmaci antinfiammatori non steroidei, abuso di alcool e un batterio chiamato Helicobacter pylori.

La gastrite può essere ancora acuta, che dura un breve periodo di tempo, o cronica, che persiste per mesi o addirittura anni. I sintomi includono: nausea, vomito, sensazione di soffocamento nell'addome superiore (specialmente dopo aver mangiato), indigestione, feci scure e vomito che possono venire con sangue o sostanze simili a fondi di caffè.

Tuttavia, non è in tutti i casi che la malattia provoca sintomi notevoli - da qui l'importanza di regolari controlli ed esami con il medico. Ciò rende più facile per il fornitore identificare la malattia anche senza che il paziente si lamenti di uno qualsiasi dei sintomi associati alla gastrite e inizi il trattamento.

Anche perché la gastrite non trattata può generare correttamente complicanze come l'ulcera e il cancro. Questi pericoli servono anche da avvertimento in modo che tutte le linee guida del medico in merito al trattamento, che implicano l'uso di farmaci, i cambiamenti nella dieta e altri aspetti siano rispettate.

  • Vedi di più: la gastrite ha una cura? Che cos'è, sintomi, cosa mangiare e trattamento.

Quindi, i fagioli sono cattivi per la gastrite?

Bene, i cibi ricchi di fibre, come i fagioli, aiutano a controllare la gastrite e ad alleviare i sintomi della condizione.

Una dieta ricca di fibre ha dimostrato di essere utile nei casi di gastrite e altri tipi di disturbi digestivi. I fagioli fanno parte del gruppo che include alcune delle migliori fonti di fibra per i pasti.

Una ricerca condotta dalla Harvard School of Public Health ha indicato che le diete ricche in fibre erano associate a una riduzione del 60% del rischio di sviluppare ulcere allo stomaco.

Tuttavia, se non si è abituati a consumare fibre nella giornata o se si ingeriscono poche fibre nei pasti, aumentare gradualmente il contenuto di nutrienti nella dieta, preferibilmente con la guida di un nutrizionista. Questo perché un improvviso aumento del consumo di fibre può portare a problemi intestinali.

Inoltre, l'Università del Maryland Medical Center indica che l'assunzione di alimenti ricchi di vitamine del gruppo B e calcio, come i fagioli e altri alimenti come le mandorle, i cereali integrali (quando la persona non è allergica a loro, ovviamente) e verdure scure come spinaci e cavoli possono aiutare a ridurre i sintomi della gastrite.

La dietista e nutrizionista Erica Wickham ha scritto che le fonti di proteine ​​vegetali come i fagioli sono un ottimo modo per consumare la sostanza nutritiva per le diete delle persone che soffrono di gastrite.

Secondo lei, le fonti vegetali di proteine ​​possono avere un maggiore contenuto di fibre e una minore quantità di grasso rispetto ai prodotti alimentari di origine animale.

D'altra parte

La nutrizionista Erica Wickham ha anche spiegato che sebbene le verdure come i fagioli non siano in grado di peggiorare la gastrite, alcune persone potrebbero provare fastidio nella regione addominale superiore quando si mangiano cibi piccanti, acidi o che formano gas.

Secondo Wickham, è uno degli alimenti classificati come causa comune dei gas. Per coloro che soffrono di dolore o fastidio allo stomaco quando consumano i fagioli, il nutrizionista raccomanda di tagliare il cibo dalla dieta.

Attenzione: i dati presentati sopra sono solo a scopo informativo e non possono sostituire alcun tipo di diagnosi o prescrizione medica. Per confermare di avere la gastrite, è necessario consultare un medico e sapere in che modo l'assunzione di fagioli dovrebbe essere per la gastrite in particolare, si dovrebbe prima parlare con il medico responsabile per il trattamento.

Riferimenti aggiuntivi:


La gastrite ha cura?  Che cosa è, sintomi, rimedio, cosa mangiare, tipi e trattamento

La gastrite ha cura? Che cosa è, sintomi, rimedio, cosa mangiare, tipi e trattamento

Cos'è esattamente la gastrite? Quali sintomi possono segnalare il problema? Cosa mangiare, come trattare e cosa dovrebbe essere fatto? La gastrite è curativa? Vedremo tutto questo in dettaglio qui sotto. Cos'è? La gastrite è l'infiammazione della mucosa dello stomaco, cioè le pareti interne del nostro stomaco hanno un muco che le ricopre. Que

(Benessere)

9 sintomi di intolleranza al glutine

9 sintomi di intolleranza al glutine

Il glutine è una delle componenti più abbondanti nella maggior parte dei popoli in tutto il mondo, specialmente in quelli di origine europea. In Europa, il consumo medio giornaliero di glutine è compreso tra 10 e 20 grammi, raggiungendo, in alcuni casi, 50 grammi o più. Per questo motivo, anche le persone a basso rischio di intolleranza al glutine diventano suscettibili a qualche forma di reazione al glutine durante la loro vita. Co

(Benessere)