it.detiradugi.com
Articoli Su Fitness E Il Corpo Umano


Come l'alimentazione funzionale porta più salute e benessere

Sempre più spesso, la nutrizione funzionale ha ottenuto il sostegno in Brasile, dopo il grande successo nei paesi europei e negli Stati Uniti. Poiché il suo obiettivo principale è non perdere peso ma migliorare la salute e la qualità della vita delle persone, gli entusiasti di questo modo innovativo di pensare al cibo e alla prevenzione delle malattie non hanno dubbi nel difenderne l'adesione.

Ma in che modo l'alimentazione funzionale porta più salute e benessere?

Qual è la nutrizione funzionale?

La nutrizione funzionale ha iniziato a svilupparsi negli anni '90, cercando di dimostrare come il cibo ha un potente effetto sulla nostra salute e sulle malattie che ci colpiscono, in particolare le malattie croniche. Cerca di capire, da allora, la relazione tra genetica, dieta e scelta dello stile di vita con il modo in cui specifici alimenti, nutrienti e integratori alimentari influenzano positivamente o negativamente il nostro corpo.

Nutrizione funzionale e nutrizione convenzionale

Il punto più importante per comprendere la differenza tra nutrizione convenzionale e nutrizione funzionale è l'approccio. Sebbene la nutrizione sia una, invece di raccomandare solo il consumo di cibi sani, la nutrizione funzionale riguarda l'individualità biochimica e metabolica dei pazienti - cioè, consente una dieta più personalizzata, basata su una serie di test di laboratorio, domande sulla salute, sul comportamento, sulla storia medica e sull'eredità genetica dell'individuo.

Qual è la logica della nutrizione funzionale?

Il punto di partenza è la nozione che ogni essere è unico, e gli organismi di ogni persona hanno bisogni e metabolismi diversi dagli altri. Poiché gli squilibri nutrizionali innescano una serie di problemi (che vanno dal provocare reazioni allergiche al sovraccarico del sistema immunitario o persino alla comparsa di malattie autoimmuni e infiammatorie), l'idea è di lavorare con la prevenzione e l'azione diretta sulle cause di queste disfunzioni.

Pertanto, la proposta è di affrontare, prevenire e curare i disturbi cronici rilevando e correggendo questi squilibri che causano malattie, specialmente attraverso la dieta.

Tra le origini di queste oscillazioni in salute abbiamo cibo inadeguato, la qualità dell'acqua che beviamo, l'aria che respiriamo, la quantità di esercizio svolto e i cambiamenti emotivi. A ciò si aggiunge l'individualità genetica di ciascun paziente, poiché le quantità di sostanze nutritive necessarie ad una persona non saranno le stesse per un altro.

Ad esempio, due individui con carenza di vitamina C non hanno necessariamente bisogno di reintegrare la stessa quantità di questa vitamina. Allo stesso modo, mentre uno di essi potrebbe non essere influenzato dalla caffeina presente nel caffè, l'altro può avere effetti negativi durante l'assunzione di questa bevanda, come l'insonnia e il mal di testa. Ogni corpo ha un sistema di nutrienti, ormoni, neurotrasmettitori e tossine che agiscono insieme per determinare le caratteristiche specifiche della persona.

La nutrizione funzionale considera anche come tutti i sistemi corporei interagiscano tra loro, incluso il funzionamento fisico e le caratteristiche emotive.

Principi di base

Per realizzare tutta questa intenzione, si può affermare che la nutrizione funzionale ha cinque principi di base.

1. Individualità biochimica

La genetica di ogni individuo è unica e quindi sono anche i modi in cui il cibo e l'ambiente in cui vivono interagiscono con la salute degli altri. Da questa prospettiva, trattare tutti i pazienti in modo standardizzato può nascondere le vere cause di alcune malattie, o le ragioni che li rendono peggiori.

2. Il focus del trattamento è sul paziente

Mentre la medicina tradizionale parte dall'analisi della malattia, la medicina funzionale - e quindi la nutrizione funzionale - indirizza il trattamento ai pazienti. È più importante sapere quale paziente ha la malattia rispetto a quale malattia ha il paziente. L'individuo è visto come un insieme di sistemi e ciò che viene osservato sono i modi in cui si associano per formare il tutto.

3. Considerare l'equilibrio nutrizionale e la biodisponibilità dei nutrienti

È essenziale fornire i nutrienti in quantità adeguate e in armonia con tutti gli altri, in modo che il loro assorbimento sia ottimizzato e le cellule ne abbiano il miglior uso.

4. I fattori fisiologici sono concatenati

Tutti i processi biochimici interni agli organismi degli individui sono concatenati, in interrelazione tra loro, influenzandosi a vicenda e talvolta disorganizzando diversi sistemi nel processo. Comprendendo quali squilibri sorgono da queste funzioni fisiologiche, si può correggere la causa e non solo i sintomi generici.

5. La salute non è solo l'assenza di malattie

La buona salute si ottiene grazie alle relazioni di vari sistemi organici ed è necessario valutare i sintomi fisici, emotivi e mentali che possono essere alla base dei problemi presentati dal paziente. Questa visione significa comprendere la salute come una vitalità positiva.

In che modo aiuta la salute e il benessere?

La nutrizione funzionale può aiutare a ridurre gli effetti o controllare i sintomi di vari squilibri organici. Elenchiamo sotto alcuni di loro.


I consigli più semplici per perdere peso che nessuno segue

I consigli più semplici per perdere peso che nessuno segue

Tutti abbiamo le nostre debolezze e siamo tutti umani. Alcune persone non possono resistere al cioccolato o al gelato, alcune persone alla pizza o altri alimenti o caramelle. Questi alimenti sono l'equivalente di farmaci, spesso per coloro che cercano di perdere peso. Ci vuole tutta la forza di volontà per saltare la sezione in cui quegli alimenti sono sugli scaffali del mercato.

(Suggerimenti per perdere peso)

Menopausa ingrasso?  Come perdere peso in menopausa?

Menopausa ingrasso? Come perdere peso in menopausa?

La menopausa è un processo naturale attraverso il quale passa ogni donna, segnata dalla chiusura del ciclo mestruale e dalla fine della sua età riproduttiva, poiché l'ovaio non rilascia più le uova da fecondare. Generalmente, dall'età di 40 anni compare la menopausa, ma ci sono casi in cui le donne iniziano il processo prima nella cosiddetta menopausa precoce. Com

(Suggerimenti per perdere peso)